300 followers al giorno su Instagram applicando due semplici strategie

16
5383

Quello che mi appresto a scrivere è un articolo speciale. Desidero condividere con te la mia esperienza sullo sviluppo di una pagina Instagram che mi sta regalando grandi soddisfazioni. Ma non è stato sempre così. Anzi, all’inizio non ero contento: il trend di crescita non rispecchiava affatto le mie aspettative. Tra poco ti svelerò come sono riuscito a passare da 100, sino a oltre 300 followers al giorno, lavorando principalmente su due aspetti. Cominciamo.

Instagram followers

Mi sono avvicinato ad Instagram da qualche mese. Ho aperto un profilo dedicato ad una delle mie passioni, la meditazione. Qualche settimana dopo ho deciso di partire con un altro progetto.- Questa volta ho scelto una pagina dedicata al luogo che più amo al mondo: Phuket. L’ho chiamato “I Love Phuket“. Da allora ho affinato la mia strategia al punto da stravolgere la pagina. Pensa che ora non ha neppure più lo stesso nome! Ecco perché ho deciso di rivoluzionare tutto.

Crescere su Instagram l’importanza delle foto virali

Quando sono partito il mio obiettivo era mostrare Phuket da varie angolature. Non solo le su splendide spiagge, ma anche foto della old town. Di minor impatto, ma molto suggestive dal mio punto di vista. Le foto ricevevano un buon numero di like, ma non sufficiente per diventare virali. La crescita ne risentiva. I nuovi followers arrivano soprattutto grazie alle mie continue interazioni con gli altri profili.

Bastava che stessi un giorno senza seguire, commentare o lasciare like, che il mio progredire su Instagram si arrestava quasi del tutto. Era abbastanza avvilente a pensarci bene. Non è affatto piacevole essere consapevoli che il tuo successo non dipende dalla qualità dei tuoi contenuti, ma dalle strategie di marketing che applichi quotidianamente.

Dovevo assolutamente porre rimedio e il punto da cui partire erano le foto. Non era possibile pubblicare tutti i giorni foto potenzialmente virali solo di Phuket, per questa ragione ho deciso di ampliare il mio raggio d’azione. Ho deciso così di cambiare il nome della pagina da “I Love Phuket” a “More Than Phuket”.

In questo modo il focus è rimasto su Phuket, ma ho avuto anche la possibilità di spaziare in giro per la Thailandia, andando a scovare i classici luoghi da cartolina. Non c’è niente da fare, gli utenti su Instagram vuole sognare. E tu questo sogno glielo devi dare se davvero li vuoi conquistare. Pubblicare quello che piace a te o quello che piace alla gente? E’ una scelta con cui dover fare i conti prima o poi. Personalmente ho optato per una via di mezzo.

Contemporaneamente ho cominciato ad intensificare la mia presenza nei gruppi. Ti ho già parlato in passato di quanto siano importanti per crescere su Instagram, ma sino ad ora ero stato il il primo a sottovalutarne la potenza. In questo momento mi trovo in 20 Direct Groups ed un mega gruppo su Telegram. L’impegno è davvero elevato, ma questa massiccia presenza, combinata alla scelta delle giuste foto, di fatto ha più che triplicato il mio trend di crescita.

300 followers al giorno su Instagram

Oggi su Instagram è possibile creare un profilo e nel giro di sei mesi ottenere centinaia di migliaia di followers. Questo però non significa che sia semplice: tutt’altro. Se il tuo obiettivo è avere un profilo che cresce in maniera ordinaria, intorno ai 100 followers al giorno, allora ti basterà seguire i consigli contenuti in questo blog. Pubblichi qualche foto, fai un po’ di interazione, segui altri profili, metti like e commenti. E il gioco è fatto. Se non ti accontenti, se desideri mettere il turbo alla tua crescita, allora il tuo impegno dovrà essere proporzionato agli ambiziosi obiettivi che ti sei posto.

300 followers al giorno applicando due semplici strategie

In conclusione. @morethanphuket, il profilo che gestisco, è passato da 100 a oltre 300 followers al giorno. Il trend di crescita sta salendo, sono abbastanza fiducioso di raggiungere quota 500 seguaci al giorno entro la fine di agosto.

Per riuscirci ho lavorato su due aspetti fondamentali. Viralità delle foto e presenza nei gruppi. Lascia che insista un attimo sul concetto di viralità. Una foto comincia a diventare virale quando supera i 1000 like. Solo allora la tua crescita diventa organica in maniera rilevante. Prima di questa soglia la crescita è vicina allo 0.

Per questa ragione è necessario imparare a capire quali sono le foto davvero virali. Per me non è stato un processo spontaneo, mentre conosco utenti che sin da subito hanno scelto le foto migliori. E’ una questione di abitudine, educazione al bello, che non tutti posseggono. Ma che si può tranquillamente allenare.

I gruppi – sia i Direct che quelli su Telegram (e altrove) sono di fondamentale importanza. L’impegno non è di poco conto, dovrai sacrificare parecchio del tuo tempo come sto facendo io se miri davvero ad una crescita straordinaria.

Prima però dovrai trovarli e scegliere i migliori. Ho intenzione di realizzare una guida per questo cruciale argomento. Ti posso anticipare, però, che una volta partito non ti fermerai più, perchè tanti si accorgeranno dei tuoi numeri e vorranno averti nei loro gruppi. A @morethanphuket sta capitando proprio questo.

 

16 Commenti

    • Ciao Paolo, mandami un DM col tuo account travel su @morethanphuket. Forse ho ancora spazio su un paio di gruppi, ma non ti prometto nulla. Vanno via come il pane 🙂

  1. Ciao Luca,

    complimenti, articolo semplice ma veramente furbo!
    Hai ancora posto su qualche gruppo? Vorrei far crescere un account ambito prodotti per lo sport, grazie!

  2. Ciao Luca, articolo veramente interessante.
    Vorrei provare la strategia con Telegram, ma non riesco a trovare il gruppo giusto. Hai qualche suggerimento?
    Quando parli di creare un gruppo da solo cosa intendi? Che strategia consigli di usare?
    grazie

    • Ciao Mauro,

      All’inizio la soluzione migliore è quella di crearsi un network di gruppi direttamente sulla chat di Instagram. Per quanto riguarda Telegram, invece, funziona ad invito. Qual’è il tuo profilo Instagram?

  3. Ciao Luca,
    ottimo e interessante articolo, davvero complimenti. Anche io fatico a trovare questi dm group e non capisco su telegram come poter fare, come Mauro che scrive qui sopra, non capisco cosa intendi per crearsi un proprio network, o meglio come “iniziarlo”. Grazie!

    • Ciao Andrea, creare un network di gruppi significa cominciare a selezionare profili a target con il tuo, possibilmente più grandi ed invitarli ad entrare a far parte di un gruppo engagement. Spiego tutto nel coaching, ma anche qui sul blog dovresti trovare qualche spunto interessante.

      Luca

    • Ciao Andres, attualmente i gruppi engagement a cui partecipo sono tutti occupati dai miei clienti. L’unica soluzione e crearteli da solo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here